Viaggi e Cultura in Toscana

San Giovanni Valdarno: storia

Breve storia di San Giovanni Valdarno.

E-mail Print

DOVE -STORIA - ARTE - EVENTI - NATURA - CUCINA

STORIA

Il capoluogo, di chiara origine medievale, sorse su precedenti insediamenti documentati fino dal 1131 con il nome di Castel di Piano Alberti e, successivamente, prese il nome di San Giovanni in Altura.

Fu una delle “terre nuove” volute da Firenze per poter controllare meglio le potenti famiglie feudatarie degli Ubertini e dei Pazzi che risiedevano nella Valdarno.


Nel periodo medioevale, il centro, subì varie battaglie e il suo territorio fu espugnato dai Visconti nel 1409 e in seguito devastato dagli Aragonesi in lotta contro Firenze.


Nei secoli dell'età moderna si segnalano, come episodi di rilievo, i numerosi tentativi della comunità di regimentare le acque dell'Arno per evitare le frequenti inondazioni.


Da notare che in età antica l'economia di San Giovanni era incentrata sull'agricoltura (coltivazioni di frumento, ortaggi, ulivi e viti) mentre l'industria si basava sulla trattura della seta e sulla produzione di pregiati panni di lana e di lino.


Industrie che poi, nella prima metà dell'Ottocento, produrranno orologi da sala e fucili.


Ai nostri giorni, la produzione agricola, è di minore importanza rispetto a quella industriale e sono insediati, nel territorio, impianti siderurgici, fornaci di laterizi, industrie per la produzione di vetro e di cristalli, industrie tessili e di abbigliamento oltre ad alcuni calzaturifici e a varie aziende per la produzione di ceramiche e per la lavorazione del legno.

Il commercio, che riguarda in specie i prodotti dell'industria, è assai attivo.


Al censimento del 1991 San Giovanni conta una popolazione di 17.732 abitanti, con una densità di 829 unità per kmq.

E-mail Print


sitemap xml
Powered by the Big Medium content management system.