Viaggi e Cultura in Toscana

Isola d'Elba: storia

L'Elba fu, sin dall'antichità, un centro commerciale di grande importanza per tutta la civiltà mediterranea.

E-mail Print

DOVE - STORIA - ARTE - EVENTI - NATURA - CUCINA

STORIA

L'Arcipelago Toscano, di cui fa parte l'Isola d'Elba, offre al visitatore un patrimonio artistico e storico di grande spessore.


Da sempre al centro delle rotte commerciali e militari delle civiltà mediterranee, le isole toscane, hanno conservato varie tracce delle dominazioni subite.
L'Isola d'Elba, in particolare, fu teatro di grandi eventi e il territorio dell'isola raccoglie segni significativi e unici del passaggio di varie civiltà.


Greci, Etruschi e Cartaginesi, prima dei Romani, fin dall'Età del Ferro, combatterono per avere il dominio dell'isola e delle sue ricchezze minerarie.
Nell'VIII secolo a. C., gli Etruschi, sfruttavano le miniere di ferro del suo territorio trasportandole in tutto il bacino del Mediterraneo e ricavandone enormi ricchezze.


Dopo gli Etruschi arrivarono i Romani che ereditarono la nascente industria siderurgica valorizzando anche la produzione del vino e le bellezze del paesaggio dell'Elba facendo fiorire un intenso traffico marittimo.


Vennero costruite proprio in quel periodo ville patrizie di grande bellezza come quella delle Grotte di Capo Castello.
Nel periodo medioevale fu Pisa che sfruttò le miniere di ferro e di granito dell'Elba e, testimoniano il periodo pisano, numerose chiese e monumenti.


Nel 1548 fu Cosimo I de Medici che realizzò sull'isola la città di Portoferraio in perfetta armonia fra la terra e il mare mentre Porto Azzurro veniva insediato dagli Spagnoli.
Nel 1700 il territorio dell'Elba fu conteso da Tedeschi, Inglesi, Austriaci e Francesi prima di passare definitivamente a Napoleone Bonaparte (trattato di Fontainbleau) che, nei mesi in cui governò (da Maggio 1814 a Febbraio 1815), incentivò il commercio del vino, costruì numerosi edifici e rinvigorì l'economia dell'isola.


Con il Congresso di Vienna l'isola venne riannessa prima al Granducato di Toscana e poi, nel 1860, seguì le vicende dell'Italia unita.
Dalla fine dell'Ottocento in avanti, l'isola, si sviluppò gradualmente nel campo siderurgico fino alla seconda Guerra mondiale quando, nel 1943, venne occupata dai Tedeschi e, la popolazione, entrò in un periodo di povertà e degradazione.


Fu con l'arrivo degli anni Cinquanta e del turismo che l'Elba venne valorizzata diventando una meta ambita per i turisti di tutta Europa.

E-mail Print


sitemap xml
Powered by the Big Medium content management system.