Viaggi e Cultura in Sardegna

Olbia: cucina

Informazioni utili ed interessanti su Olbia: storia, arte, eventi, natura, cucina.

E-mail Print

DOVE - STORIA - ARTE - EVENTI - NATURA - CUCINA

Olbia: le spiagge

Oltra alla cucina tipica nazionale, è possibile godere della varietà di quella locale e innumerevoli sono i piatti di mare: la lista va dagli antipasti ai primi a base di frutti di mare, sino all’orata o alla spigola alla griglia o al cartoccio, passando attraverso fritture miste di calamari e gamberetti, insalate di polpo e bottarga (tutta questa varietà grazie all’ampia disponibilità di pesce freschissimo appena pescato).

Invece, i piatti di terra più caratteristici sono la "zuppa gallurese" (pane tipico, intriso di brodo saporito e formaggio fresco, cotto in forno per 40 minuti), i ravioli di formaggio, i "malloreddus" (gnocchetti di grano duro) con sugo di pomodoro, il porcetto ("su polcheddu", arrosto di maialino da latte insaporito con foglie di mirto e cotto alla brace molto lentamente), i formaggi (specialmente il pecorino, fresco o stagionato), il pane (fresa, pane carasau, pane guttiau), il cinghiale (in agrodolce o con le olive e l’alloro), la "seadas" (dessert fatto da una sottile sfoglia di pasta fritta, formaggio e miele).

Olbia: porto Istana

I vini tipici sono: il bianco Vermentino di Gallura, per chi gusta un piatto di pesce; il rosso Cannonau di Sardegna, per i piatti più saporiti; il Moscato di Tempio, per chi ama il dolce. Da non perdere, alla fine di una cena "alla sarda", il digestivo liquore di mirto prodotto dalle bacche della pianta omonima, largamente diffusa in tutta la zona.

Testi e foto a cura di Studitalia, scuola di Italiano a Olbia

E-mail Print



sitemap xml
Powered by the Big Medium content management system.