Viaggi e Cultura in Emilia Romagna

Modena: cucina

La succulenta e gustosa cuicina modenese e le sue ricette.

E-mail Print

DOVE - STORIA - ARTE - EVENTI - NATURA - CUCINA


CUCINA

Modena è, nel mondo, sinonimo di buona tavola e, in questa città, mangiare bene è un’arte tramandata di generazione in generazione, capace di dar vita a piatti ghiotti che, però, non dimenticano la loro origine contadina, basata su una tradizione culinaria genuina e casalinga.


Sono radici umili, queste della gastronomia modenese, che si sono intrecciate con la colta e fiorita tavola dei nobili della corte degli Estensi.

forme di Parmigiano Reggiano


Perciò, un ideale pranzo alla modenese, non può che aprirsi con i prelibati salumi, primo fra tutti il prosciutto crudo, seguito, poi, dai mitici tortellini in brodo fatti con il ripieno a base di carne di maiale, prosciutto e parmigiano.


Segue, tra i secondi piatti, il re della tavola modenese, lo zampone accompagnato dalle lenticchie. Pietanza antica e golosa, lo zampone, ha un’origine che si perde nel mito e nella leggenda.


Non dobbiamo dimenticare, inoltre, che Modena è conosciuta in tutto il mondo per la produzione dell’eccellente Aceto Balsamico dall’aroma unico ed inimitabile utilizzato per condire carni, arricchire i sughi ed esaltare il sapore di fragole e gelato.


Questo tipo particolare di aceto viene prodotto dal mosto delle uve trebbiane delle colline modenesi e la sua ricetta gli conferisce quell’inconfondibile sapore agrodolce.


Da assaggiare anche le tigelle, gustose focaccine cotte nel forno a legna, da accompagnare a salumi e formaggi.


A fine pasto sono da assaporare le dolci ciliegie di Vignola accompagnate da un buon castagnaccio o dal “bensone”,un dolce fatto in casa annaffiato con il Sassolino da gustare con l’immancabile bicchiere di Nocino fatto con il mallo di noce.


Come vino da tavola per pasteggiare si consiglia di bere il caratteristico Lambrusco di Modena.

E-mail Print



sitemap xml
Powered by the Big Medium content management system.