Viaggi e Cultura in Emilia Romagna

Cervia: natura

Parchi, escursioni e itinerari nella natura

E-mail Print

DOVE - STORIA - ARTE - NATURA - EVENTI - CUCINA


NATURA

Meta naturalistica principale è la Salina di Cervia dove è possibile ammirare lo specchio d’acqua delle antiche saline. Oggi questa parte del territorio è diventata riserva naturale per il popolamento animale (non accessibile nelle sue parti interne) e nei suoi 827 ettari nidificano le avocette (Recurvirostra avosetta), i cavalieri d’Italia (Himantopus himantopus), le garzette (Egretta garzetta) e i germani (Anas platyrhynchos).

Restano comunque accessibili e consigliati alcuni itinerari per passeggiate rilassanti come, ad esempio, quello all’antica salina Camillone dove è possibile conoscere le tecniche di estrazione del sale. Giugno è il periodo ideale per visitare le saline di Cervia ed osservare con tranquillità la fauna e la flora tipiche del Parco del Po. Guidati da un esperto potrete riconoscere le varie specie di animali e piante presenti nelle saline e comprendere meglio l’importanza dell’ambiente delle saline.

Cervia vanta un prezioso patrimonio di aree verdi come la secolare pineta di Cervia di 260 ettari e la fascia pinetale di Pinarella e Tagliata di 23 ettari.

Sempre a Cervia è possibile visitare la "Casa delle Farfalle", un nuovo centro di educazione ambientale, che consiste in una serra di 800 metri quadrati che ospita centinaia di farfalle vive provenienti dall’America e dall’Africa meridionale.

Ma Cervia non è solamente mare e offre diversi itinerari possibili da affrontare a piedi o in bicicletta per entrare in contatto con la natura e le colline che circondano le valli del Senio e del Lamone, caratterizzate da prati e boschi rigogliosi.

Un’altra meta raggiungibile è Casola Valsenio dove si trova il "Giardino delle Erbe" con i suoi 4 ettari di erbe officinali e le sue straordinarie coltivazioni di lavanda. Poco lontano da Casola Valsenio si trova il Parco Naturale del Carnè caratterizzato dal paesaggio carsico con la romagnola Vena del Gesso dove si possono ammirare particolari erosioni e suggestive grotte.

E’ possibile fare anche un’escursione nel "Parco del Loto" vicino a Lugo, che si presenta come un grande specchio d’acqua dominato da fiori di loto e da ninfee e racchiuso da un boschetto costituito prevalentemente da Pioppi bianchi, Salici e cespugli di Sambuco.

Inoltre, la provincia di Ravenna racchiude il "Parco Regionale del Delta del Po", che ospita preziose pinete, boschi e parti di litorale ancora intatti dove nidificano e vivono gli uccelli di queste zone. Il territorio comprende le province di Ravenna e di Ferrara dove si possono visitare anche monumenti di grande interesse artistico come l’Abbazia di Pomposa, La Basilica di S. Apollinare in Classe e i centri storici di Comacchio.

Splendida occasione per un’escursione particolare è una visita al Parco della Mesola situato fra Po di Goro e il Po di Volano dove la vegetazione mediterranea ospita esemplari di rapaci, cervi e altri animali in libertà.

E-mail Print



sitemap xml
Powered by the Big Medium content management system.