Viaggi e Cultura in Emilia Romagna

Cervia: arte

Arte e cultura di Cervia e dintorni

E-mail Print

DOVE - STORIA - ARTE - NATURA - EVENTI - CUCINA


ARTE

Cervia è una località conosciuta e frequentata per il mare, il sole e le spiagge ma, è anche un centro che dista solo pochi chilometri da affascinanti borghi medioevali e da splendide città d’arte tutte da scoprire. Qui di seguito vi inseriamo alcune delle mete da poter visitare nelle giornate in cui desiderate variare la vostra vacanza a base di mare e di sole.

In particolare, nel centro storico di Cervia potete visitare: la Cattedrale o Chiesa dell’Assunta con le sue opere d’arte e dirigervi, poi, verso i settecenteschi magazzini del sale che ospitano il "Museo del sale". Fa da corona ai magazzini la Torre di San Michele alta 27 metri e posta sulla sponda opposta del porto.

Altre escursioni:

Forlimpopoli (a 23 km da Cervia): patria del grande gastronomo Pellegrino Artusi e Rocca trecetentesca completa di ponte levatorio e mura possenti. Belle anche la Chiesa dei Servi e la Chiesa Collegiata di San Rufillo con il suo campanile in stile lombardo.

Bertinoro (a 25 km da Cervia): il borgo di Bertinoro è situato in una splendida posizione panoramica e dalla terrazza del belvedere è possibile ammirare tutto il circondario fino al mare. Il borgo conserva ancora intatto tutto il suo fascino medievale (caratterizzato dalla Torre dell’Orologio e dalla caratteristica "Colonna delle anella", simbolo dell’ospitalità del passato),dalla Cattedrale di stile bramantesco e dalla maestosa Rocca nella quale dimorò, fra gli altri, anche il Barbarossa.

Bertinoro è noto anche per il tipico vino locale: l’Albana. La leggenda racconta, infatti, che il suo nome derivi da un’esclamazione di Galla Placidia, la quale, assaggiando il tipico vino disse: "Non di così rozzo calice sei degno, o vino, ma di berti in oro".

Santarcangelo di Romagna (a 30 km da Cervia): un affascinante borgo di epoca romana, importante centro sotto le dinastie dei Malatesta, dei Montefeltro, dei Borgia ed infine della Chiesa. Visitando il borgo si possono ammirare i suoi palazzi signorili, la Chiesa della Colleggiata e la suggestiva Piazza Ganganelli sulla quale si affacciano degli edifici ottocenteschi. Santarcangelo si caratterizza per le strade di sasso e pietra, per i suoi muri di cotto, per le sue botteghe artigiane, per le contrade del borgo antico e, naturalmente, per la Rocca Malatestiana.

Bagnacavallo (40 km da Cervia): una bellissima cittadina a pianta medievale in stile prevalentemente barocco, caratterizzata da lunghe vie porticate e da numerosi palazzi nobiliari del Seicento. Da visitare è l’ampia Piazza Nuova, di forma ovale, il "Castellaccio" fortificato del XV secolo, il Teatro Goldoni ed il Palazzo Comunale Neoclassico. La vera meraviglia di Bagnacavallo, però, è la bellissima Pieve di San Pietro in Sylvis, del VII secolo costruita in stile protoromanico, che conserva all’interno dei pregevoli affreschi trecenteschi. A pochi chilometri, a Villanova di Bagnacavallo, è possibile ammirare l’oasi naturalistica del "Centro Etnografico delle Erbe Palustri".

Riolo Terme (50 km da Cervia): antico borgo, fondato in epoca altomedievale, che sorge nel bellissimo paesaggio della bassa valle del Senio. Caratteristici sono gli imponenti bastioni della Rocca quattrocentesca, i quali costituiscono ancor oggi un intatto esempio di architettura militare del Rinascimento. Inoltre, Riolo offre splendidi parchi, impianti sportivi e il bellissimo centro termale.

Brisighella (65 km da Cervia): un altro antico borgo medievale immerso in una natura incontaminata fra uliveti e castagneti e vicinissimo al Parco del Carnè. La cittadina offre la possibilità di visitare la splendida Pieve del Thò del IX secolo, una delle architetture romaniche più antiche della Romagna, eretta, secondo la leggenda, da Galla Placidia su un tempio di Giove Ammone. Molto suggestiva è anche l’antica Via del Borgo, sopraelevata e porticata, detta anche Via degli Asini perché in passato era percorsa dalle carovane di asini diretti alla Vena del Gesso. Inoltre, da non perdere: la Rocca medievale, la Torre dell’Orologio (1290), il Museo della Civiltà Contadina e la Grotta della Tanaccia. Nei mesi di giugno e luglio potrete anche partecipare alle Feste Medioevali per rivivere il fascino dell’antico Medioevo.

E-mail Print



sitemap xml
Powered by the Big Medium content management system.